Seleziona una pagina

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO
Abbiamo deciso di rappresentare in maniera ironica e non convenzionale il significato della parola incontro, intesa qui nell’accezione sportiva del termine, osservando somiglianze con quanto accade quotidianamente nel nostro lavoro.
Il lavoro educativo, lo sappiamo bene, non è sempre tutto rosa e fiori. La direzione che tutti noi intraprendiamo è quella di fornire ai nostri utenti gli strumenti necessari affinché si sviluppi il maggior grado di autonomia possibile e, per arrivare a ciò, dobbiamo rappresentare per loro delle guide e dei sostegni.
Questo implica necessariamente il nostro porci su un piano differente: definiamo le attività, i tempi, correggiamo e riportiamo sulla “giusta” strada quando necessario.
Sappiamo bene che le azioni che mettiamo in campo hanno una direzione ben precisa e che, talvolta, possono non essere accolte positivamente dai nostri ragazzi. È proprio in queste occasioni che si possono generare degli scontri.
Riteniamo che gli scontri, quando capitano, non siano sempre da intendere in maniera negativa. Rappresentano, infatti, un’espressione dell’individuale dei nostri utenti, e possono essere una cartina tornasole degli interventi che stiamo mettendo in atto.